Il prezzo di un sorriso

Convinta che non costi nulla fin quando non diventa una smorfia da mantenere, con dolore, sul volto.

Perché più cresci e più impari, sulla tua pelle, che non sempre ciò che è emozione deve emergere ed esser leggibile a tutti.

Perché chi non sorride, alla lunga, infastidisce, crea disagio e viene allontanato.

Perché un volto che dice, sempre, la verità davvero non lo vuole vedere nessuno; come la verità, del resto.

Perché il prezzo di un sorriso certe volte è davvero tanto caro ma decidi di pagarlo perché non hai molta scelta.

Lo paghi con te stessa, con pezzi della tua autenticità e spiccioli fatti della tua sincerità.

Perché le bugie fanno male in entrambi i sensi ma questo ancora sembri non averlo capito.

Perché quando cresci impari  anche ciò e vorresti invece esser libera e ti manca l’aria.

E ti additano come diversa ed a nessuno verrà in mente di guardare oltre perché gli scenari diversi, quelli non familiari, sono per pochissime persone.

E certe volte ti senti intrappolata; certe volte sei prigioniera del tuo volto e di ciò che sei chiamata a far vedere.

E certe volte è più facile mostrarsi nudi, senza vestiti, agli occhi di un qualsiasi estraneo piuttosto che mostrate l’anima nuda.

Perché nulla scandalizza di più di un’anima libera che può esser anche infelice.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *